Digibel

apparecchi acustici

Fornitura Gratuita ASL-INAIL

La Digibel è un Centro riconosciuto e accreditato dal Servizio Sanitario Nazionale ed inserito nell’Albo fornitori ASL – INAIL, quindi può ( a coloro che ne abbiano i requisiti ) concedere GRATUITAMENTE le protesi acustiche.
Per poter beneficiare, al soggetto deve essere riconosciuta l’invalidità civile ( se la patologia è stata riscontrata per motivi non riconducibili alla professione svolta ) o l’invalidità professionale ( se la patologia è riconducibile al lavoro svolto ).

ITER OTTENIMENTO PROTESI CON INVALIDITA’ CIVILE ACCERTATA

Una volta riconosciuta l’invalidità, il soggetto deve far compilare dal medico specialista prescrittore ( medico iscritto all’albo e autorizzato a prescrivere presidi medici: in questo caso gli apparecchi acustici ) ( modello compilato in parte dal medico, in cui viene prescritto il tipo di apparecchio acustico più idoneo per il soggetto ).
Attenzione !!! il sistema sanitario copre ESCLUSIVAMENTE il costo delle protesi acustiche con caratteristiche di base, per cui nel caso in cui il soggetto richiedesse apparecchi con caratteristiche superiori si troverebbe a pagare una differenza.
Traducendo il tutto in Euro, il SSN contribuisce con una quota fissa , divisa in due gruppi: la scelta del gruppo dipende dal grado di sordità
Gruppo 1 quota a carico del SSN € 618,59 IVA compresa per apparecchio
Gruppo 2 quota a carico del SSN € 705,00 IVA compresa per apparecchio
Per rendere il tutto più comprensibile facciamo 2 esempi:
Esempio 1
Sig. Mario ( con invalidità riconosciuta ) sceglie le protesi di “base”. La perdita uditiva del Sig. Mario è considerata di Gruppo 1 ed è bilaterale ( perdita uditiva in entrambi gli orecchi ), quindi:
Gruppo 1 quota a carico del SSN € 1237,18 IVA compresa
In questo caso il Sig. Mario non deve pagare nulla
Come vedremo più avanti, l’importo sarà fatturato dal centro acustico che ha fornito le protesi all’ASL di rifrimento
Esempio 2
Sig. Luigi ( con invalidità riconosciuta ) sceglie delle protesi con tecnologia e caratteristiche superiori. La perdita uditiva del Sig. Luigi è simile a quella del Sig. Mario, quindi:
Costo degli apparecchi € 4.000,00 IVA compresa
Gruppo 1 quota a carico del SSN € 1237,18 IVA compresa
In questo caso il Sig. Luigi si troverebbe a proprio carico un importo di € 2.762,82
Torniamo alla prescrizione del medico. Consiglio: onde evitare di ritornare dal medico due volte, consigliatevi con lo stesso medico e/o rivolgetevi ad un centro acustico, per capire quale può essere l’apparecchio più corretto, questo anche in funzione del proprio stile di vita.
Una volta scelto l’apparecchio, il medico compila e rilascia il mod. 03. A questo punto potete scegliere, se non l’avete già fatto, il centro acustico che più vi aggrada per la fornitura degli apparecchi: 
LA SCELTA DEL CENTRO ACUSTICO E’ SOLO ED ESCLUSIVAMENTE VOSTRA
Il centro acustico dovrà compilare il riquadro “preventivo”, e nello stesso tempo dovete firmare il riquadro sottostante, in cui apporrete la firma per la scelta del centro acustico.
A questo punto, tutta la documentazione ( mod. 03, allegati, esami ) deve essere portata presso l’ASL di residenza per l’autorizzazione.
Una volta autorizzato, avviene la consegna vera e propria dellìgli apparecchi acustici.
Il tutto si conclude con il collaudo: bisogna ritornare dal medico che ha prescritto il presidio, per la verifica dell’efficacia dell’apparecchio applicato
Il centro acustico, nel caso di apparecchio acustico a totale carico SSN, emetterà un’unica fattura indirizzata all’ASL di riferimento.
Per la fornitura “riconducibile” ( con tecnologia superiore ) il centro emetterà 2 fatture: una a carico dell’ASL, per la quota come da tariffario, l’altra per differenza a carico dell’utilizzatore.
PER QUALSIASI INFORMAZIONE O CHIARIMENTO SIAMO A VOSTRA DISPOSIZIONE…VI SEGUIREMO PASSO DOPO PASSO